La Squadra

Docente di diritto ed economia nelle scuole superiore si interessa in particolare di  Cittadinanza e Costituzione, relazioni internazionali legislazione turistica  ed economia politica.

Altre informazioni

Sono docente, mediatrice, counselor; negli anni, sono passata dalla ricerca storica all’antropologia pragmatica delle relazioni interpersonali e alla psicologia della comunicazione, convinta che la cultura sistemica abbia effetti pratici e aiuti le persone a stare meglio. Ho ottenuto il certificato di trainer di “Mindfulness”.
Insegno „Teorie e Tecniche di comunicazione interpersonale”, all’Università Iuav di Venezia

Altre informazioni

É docente di Pedagogia Speciale all’Università di Parma, per il Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali. Educatore, si occupa di pedagogia della marginalità e delle emergenze, particolarmente interessato ai contesti della marginalità estrema relativamente alle migrazioni, alla profuganza e alle minoranze etniche. Ha condotto ricerche riguardanti le condizioni di vita e la riduzione della partecipazione e delle attività dei rom in situazione residenziali di campi “nomadi” e ha indagato il rapporto tra immigrazione e disabilità. Attivista e membro della Fondazione Romanì, ne coordina il Comitato Scientifico, ed è coinvolto in attività di cooperazione educativa internazionale. Si occupa di schiavizzazione e traffico di esseri umani e si interessa della formazione degli Educatori di Strada

Altre informazioni

Insegno religione dal 2011, attualmente presso alcune scuole primarie, ma ho insegnato anche alla scuola dell’infanzia e alla secondaria di II grado. L’insegnamento mi entusiasma, forse perché sono relativamente “giovane” in questo ruolo e non sono troppo abbattuta dalla burocrazia scolastica. Questo da quando ho deciso di laurearmi in Scienze Religiose

Altre informazioni

Nata a Bolzano, lavora e risiede in Toscana. Dal 1989 partecipa, con il circolo culturale “Africa insieme”, a un’esperienza originale di rapporto con gli immigrati. Ha insegnato in vari corsi di italiano per adulti stranieri e minori e ha partecipato a convegni e corsi di formazione sull’apprendimento dell’italiano L2, contribuendo a produrre materiali e strumenti didattici sperimentali per l’insegnamento. Ha collaborato a un testo per l’accoglienza dei minori nella scuola (“Nessuno escluso”, Pearson 2014). Ha svolto e svolge attività di formazione: – sulla gestione nonviolenta dei conflitti (in corsi per mediatori linguistico-culturali, docenti, genitori e operatori); – sull’apprendimento e i giochi cooperativi; -sull’apprendimento della lettoscrittura

Altre informazioni

È nato in Puglia, ha vissuto in Sicilia, a Milano, a Bolzano; ha insegnato nei Licei, vive in Toscana. Dal 1989 ha partecipato, con il circolo culturale “Africa insieme”, a un’esperienza originale di volontariato con gli immigrati. Nel 1993, ha contribuito alla redazione di una “Carta d’intenti” sull’immigrazione tra Comuni e Associazioni toscane. Ha fatto parte, dal 1998, della Consulta toscana sull’immigrazione dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani; e dal gennaio 1996 fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Michelucci. E’ stato direttore scientifico del Centro Interculturale Empolese-Valdelsa, che ha seguito negli 11 Comuni di quel Circondario l’inserimento scolastico di migliaia di minori non italofoni, le scuole per l’insegnamento dell’italiano a centinaia di adulti immigrati, i servizi di mediazione nelle scuole etc. Ha svolto attività di docente presso diversi Master sull’immigrazione e sulla didattica dell’Italiano e ha tenuto seminari in varie università; ha lavorato in numerosi corsi di formazione per insegnanti…

Altre informazioni

Maestra di Scuola dell’Infanzia, Pedagogista Clinica, Formatrice in Disegno Onirico e in Psicodramma Formata alla Scuola Argentina di Psicodramma e all’Accademia Psicodrammatica di Mantova. Psicomotricista Funzionale formata con J. Le Boulch Conduce corsi di formazione e aggiornamento per insegnanti, educatori, psicologi. Coordina progetti di prevenzione del disagio e di sostegno alla genitorialità proponendo lo psicodramma come strumento privilegiato di formazione e di crescita professionale e umana. Collabora con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano come tutor di tirocinio nel corso di Scienze della Formazione.

Altre informazioni

Presidente dell’Associazione
Coordinamento del Gruppo di lavoro PE;
Progettazione generale di tutte le offerte e attività  dell’Associazione,
Coordinatrice delle attività inerenti i progetti Regionali e territoriali

Altre informazioni

Sono un insegnante di sostegno attivo nelle scuole secondarie di secondo grado di Mantova; nella seconda metà degli anni ’90 ho seguito il gruppo Pedagogia Istituzionale per gli Apprendimenti, promosso e coordinato da Andrea Canevaro. Sono impegnato nel mondo del volontariato da molti anni; da una decina di anni partecipo al progetto, rivolto alle scuole, di educazione all’inclusione “La ricchezza delle diversità”; il progetto è coordinato dal Centro Servizi del Volontariato e coinvolge diverse associazioni dei familiai delle persone con disabilità. All’interno della scuola porto avanti dal 2006 la proposta metodologica dei gruppi di mutuo aiuto come strumento di partecipazione e di sostegno all’inclusione. A livello associativo cerchiamo, da sempre, di coniugare solidarietà e costruzione di un nuovo modello di convivenza con la natura diretto a “restituire la cura dell’ambiente ai singoli ed alle comunità” (Pietro Toesca) espropriate da un potere anonimo.

Altre informazioni

Redazione rivista Paesaggi educativi
Progettazione e documentazione delle attività
Segretaria PE

Altre informazioni

Formatrice (didattica creativa della matematica, stili di insegnamento/apprendimento, pedagogia ecc…)
Redazione rivista Paesaggi Educativi

Altre informazioni

Formatrice (scrittura autobiografica)
Redazione rivista Paesaggi Educativi

Altre informazioni

Sono un’insegnante: nel tempo, di scuola primaria, secondaria di I grado e di II grado. Il “filo rosso” che percorre questo lungo periodo è l’interesse a capire come far sì che la scuola – ogni giornata di scuola – sia di tutte e di tutti.

Altre informazioni