“Il bambino di fronte al creato”

Anno scolastico 2018/2019

di Maria Grazia Berlini

Progetto Interdisciplinare (Religione, Scienze, Arte e Immagine, Storia) rivolto alle classi II della scuola primaria e Progetto di Ampliamento Dell’Offerta Formativa, suddiviso in Unità di Lavoro rivolto a tutte le classi della scuola primaria Salvo d’Acquisto.

Tempi di realizzazione: Ottobre – Novembre 2018 Obiettivi specifici mirati alle competenze, per la classe II

  • Il bene nel mondo
  • Manifestare stupore di fronte alla bellezza dell’universo
  • Apprendere che ad ogni uomo è stato affidato il mondo perché ne abbia cura e ne sia responsabile
  • Saper individuare comportamenti di cura e rispetto nei confronti dell’ambiente e del creato

Ottobre: Uno sguardo sul Creato 

Attività ed esperienze

Riflessione guidata sul valore della realtà naturale ed umana – Grazie per la vita! Rispetto per tutte le vite: riflessione attorno agli esseri viventi.

Osservazione delle caratteristiche di un ambiente. Rappresentazione grafica e osservazione dal vivo

  • Il mio sguardo sulla Natura. Guardiamo… con occhi diversi : rappresentazione grafica di un “occhio” personale sulla natura

Grazie per il Dono!: scoperta di una Scatola-Dono recapitata in classe; riconoscimento al tatto delle “Creature” in essa contenute; costruzione di un paesaggio attraverso un fondale e gli oggetti estratti dalla Scatola-Dono

Il rispetto dell’ambiente e del Creato: schede, osservazione e costruzione di un cartellone contenente le azioni da mettere in pratica, a rotazione, per prendersi cura degli ambienti in cui viviamo

Comprensione dell’importanza di prendersi cura del bene comune

Sussidi e materiali utilizzati:

  • Scatola-Dono e oggetti in essa contenuti;
  • supporto informatico per la visione di immagini dei diversi ambienti della natura e l’ascolto di brani informatizzati.

Verifica finale

Costruzione assieme con i bambini di una striscia collocata nell’aula di scienze con i loro “occhi” personali di osservazione sull’ambiente

Gioco di scoperta e riconoscimento al tatto di diverse “creature”.

Attività di raccolta, pulizia e gestione di scatole di raccolta differenziata Schede di comprensione sui termini utilizzati e i percorsi proposti

Novembre: Giardino – Paradeisos – Il giardino della scuola è vita

Progetto di Ampliamento Dell’Offerta Formativa per l’intero plesso

Contenuti

  1. Il simbolo del giardino appare in molte mitologie antiche come un luogo in cui tutto è possibile e realizzabile, collegato alla grande madre della vita, in cui crescono piante miracolose con la capacità di guarire le malattie o concedere l’immortalità.
  2. L’albero è un simbolo primario perché manifesta il mondo e l’uomo; mette in comunicazione i tre livelli del cosmo: le profondità della terra, per le radici; la superficie della terra, per il tronco e i primi rami; i cieli, per i rami superiori e la cima attirata dalla luce del sole. L’albero è simbolo dell’uomo: le radici che lo ancorano alla terra e la chioma che si spinge verso il cielo, simboleggiano la duplice natura dell’uomo, figlio della terra ma in continua tensione verso l’alto, verso il divino. Per il suo eterno rifiorire l’albero è considerato centro del cosmo, sorgente di fertilità e di vita. Nell’antico mondo orientale l’albero della vita era l’albero di cui bisognava mangiare regolarmente i frutti per ottenere l’immortalità. Nel racconto biblico di Genesi fu a causa della disobbedienza di Adamo ed Eva che gli uomini persero l’accesso all’albero della vita custodito nel giardino di Eden. Per i cristiani l’albero della Croce di Cristo è il vero albero della vita, l’asse dell’universo dove l’incontro tra uomo e Dio, tra creazione e Creatore si realizza in tutta la sua
  3. La Giornata Nazionale degli Alberi rappresenta l’occasione privilegiata per richiamare l’attenzione di tutti, in particolare dei più giovani, sull’importanza degli alberi, dei boschi e delle foreste per la vita dell’uomo e dell’ambiente e sul loro ruolo fondamentale di polmone verde delle città e della

Attività ed esperienze

Lettura di un testo e conversazione riguardo il significato del giardino e degli alberi;

Attività grafico-pittoriche – Il Giardino e gli Alberi – produzione di alberi liberamente disegnati dai bambini, per “ampliare il giardino” e portarlo anche all’interno della scuola;

scheda da colorare con una filastrocca e disegni significativi inerenti il tema;

 Osservazione, analisi e riproduzione di opere d’Arte: gli alberi di Mondrian;

 Amico albero ( giornata della Festa degli Alberi, 21 novembre) festa che coinvolge tutte le classi e durante la quale avverrà la piantumazione di 4 nuovi alberi nel giardino della scuola, da parte dei giardinieri comunali del Verde Pubblico:

  1. Attività canora. – Conoscenza e Canto insieme della canzone : “ Per fare un Tavolo…”;
  2. Conosciamo il nome delle piante del giardino della scuola: lettura della targhetta applicata su ogni albero;

Il Giardino e i Giochi Ritrovati: con il coinvolgimento dei genitori allestimento e decorazione della pavimentazione con giochi “di strada” da poter utilizzare durante l’intervallo.

Verifica

Decorazione delle vetrate della scuola con gli alberi disegnati o composti con diversi materiali, Gli alberi di Mondrian;

Cantare in coro, accompagnati col pianoforte, la canzone “Per fare un Tavolo….”; Produzione di un testo inerente l’esperienza e l’utilità degli alberi;

Scheda di verifica di comprensione dei concetti acquisiti.