Home Page Chi siamo Siti amici Archivio In Agenda

 “Soluzioni inaspettate nascono a volte per caso. "Come si può rendere partecipi gli altri del nostro lavoro?" "Documentando" è stata la risposta ed è nata la rivista

".. costruire un'identità capace di avvertire una comunanza di destino, dove si può fallire e ricominciare senza che il valore e la dignità ne siano intaccati.." 

Pier Paolo Pasolini

 

Dedicato a te...

Gianfranco Zavalloni, direttore, maestro, amico

SCUOLA DI CITTADINANZA INTERCULTURALE

 

SEZIONI

Malintesi

Educazione alla cittadinanza

La voce dei bambini

Esperienze

Monografie

VE.MA.CO

Paesaggi è su facebook!

 

 

NUMERI PRECEDENTI

Torna alla pagina principale dell'associazione e lascia la rivista

Associazione culturale

Paesaggi Educativi

Mail: paesaggieducativi@yahoo.it

 

AGENDA

 

Anno 2015/2016

Associazione parolefatteamano: 

STORIE MIGRANTI da San Gregorio Magno a Meldola

   
Colloqui autobiografci del gruppo Biograf Volontari - A.P.S. “parolefatteamano” con Angela Paglia, Giovanni Paglia, Gregorio Iuzzolino, Maria Lordi, Maria Robertazzi, Antonia Padula, Mario Padula, Rina Moriello, Vito Robertazzilantno

“Circa il dieci per cento della popolazione residente a Meldola discende da famiglie originarie di San Gregorio Magno, provincia di Salerno, trasferitesi nel nostro Comune tra gli anni ‘50 e ‘60. Come si sono integrati e organizzati dopo uno spostamento così importante dall’appennino salernitano alle colline romagnole?
Cosa hanno provato quando si sono trovati in un posto nuovo, con poche conoscenze interpersonali, con una organizzazione sociale nuova e spesso molto diversa da quella da cui provenivano? Quali sono state le diffcoltà maggiori che hanno incontrato e, soprattutto, come sono riusciti a superarle? In che modo hanno contribuito alla crescita e allo sviluppo del nostro territorio? Queste e altre domande trovano risposta nella voce dei protagonisti del libro.”

Si apre così l'introduzione all'ultimo lavoro svolto dal gruppo dei Biograf Volontari dell'A.P.S. "parolefatteamano" di Meldola coordinati dai soci Astrid Valeck e Ermes Fuzzi. La raccolta, che ha impegnato il gruppo di ricerca per quasi tre anni, verrà presentata pubblicamente nell'arena Hesperia a Meldola il 29 agosto prossimo. I biografi che hanno contribuito alla realizzazione della ricerca sono, oltre ai coordinatori: Loris Venturi, Sabrina Lombardi e Stefania Severi. Il Sindaco di Meldola Gianluca Zattini e l'ex Sindaco di San Gregorio Magno (Sa) Gerardo Malpede, contribuiscono a impreziosire i contenuti del libro con una nota iniziale. 
Il volume mette in luce i valori e le peculiarità della cultura gregoriana integratasi a pieno titolo con quella romagnola. Le particolarità che hanno contraddistinto l'insediamento di alcune famiglie gregoriane nel primo decennio post bellico della seconda guerra portano ad interrogarsi sulla nascita di modelli di intolleranza e su come sia possibile superarli per giungere a una piena integrazione. Esse possono servire per rifettere con maggior lucidità sui pregiudizi e sull'uso dell'informazione mediatica in relazione alle nuove migrazioni anche se, queste, sono estremamente più complesse e "globali" e certamente connotate da meccanismi geopolitici diversi dal fenomeno preso in esame dal libro.

Scarica il pdf del volantino

 

SCUOLA DI CITTADINANZA INTERCULTURALE

San Giovanni in Galilea

4 settembre dalle 15,00 alle 18,00

5 settembre dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,00

 

Il Teatro dell'Oppresso

 

Incontri di formazione con Roberto Mazzini, cooperativa Giolli sulle tecniche del Teatro dell'Oppresso

 

 

Contenuti:

  • Introduzione storico-teorica al teatro di BOAL come strumento di liberazione;

  • i giochesercizi;

  • teatro - immagine;

  • teatro - forum;

  • riflessioni sull'uso a scuola.

 

Proponiamo per il 4 e il 5 settembre incontri sulle tematiche del Teatro dell'Oppresso perchè crediamo che esso possa essere una grande opportunità per lavorare, anche nelle scuole o nei diversi contesti educativi, al conflitto come forza creatrice di gruppi in cui le relazioni sono motore principale per la maturazione degli individui.

La possibilità di affrontare il cambiamento all'interno di contesti non direttivi che promuovano l'espressione di sè, dei propri potenziali, in un'ottica di collaborazione e condivisione con l'altro, ci sembra essere via maestra per offrire ai bambini e ai ragazzi delle nostre scuole, autentiche esperienze di crescita sulle quali fondare l'apprendere.

 

Per iscrizioni: abazzocchi@alice.it   oppure   paesaggieducativi@yahoo.it

 

Il costo delle due giornate è di 50 euro

 



Eventi   precedenti

Seguici su facebook

Home page

Indice della rivista